NEWS

IRRILAND ESPORTA OLTRE IL 90% DELLA SUA PRODUZIONE, SEGUENDO IL CONTINUO SUCCEDERSI NEL MONDO DELLE STAGIONI CALDE

Tre diversi tipi di meccanizzazione, sei serie di prodotto e 15 diverse bobine, 500 accessori per dar vita a oltre 300 modelli di macchine, fra loro differenziati soprattutto per portate e lunghezze operative. Questa, in sintesi, la capacità commerciale con la quale si presenta sul mercato Irriland, azienda di Guastalla, in provincia di Reggio Emilia, che dal 1992 progetta e assembla irrigatori semoventi di alta portata, i cosiddetti “rotoloni”.

Nata sulla base di esperienze che risalgono ai primi Anni 80, è uno dei principali attori del settore, anche se in Italia non risulta particolarmente attiva avendo fino a oggi privilegiato l’export al mercato nazionale. Più del 90 per cento della produzione viene in effetti diretta Oltralpe, in particolare verso il Sud America, l’Australia, l’Estremo Oriente e i Paesi in cui le stagioni calde si succedono senza soluzione di continuità portando le attrezzature emiliane a essere perennemente in corsa con il sole per evitare che questi induca ritorni negativi sulle colture.

Gli irrigatori Irriland permettono in effetti di supplire ai periodi di siccità emulando in maniera precisa e programmata le precipitazioni piovane, cosa che invece non è possibile fare con altre forme di irrigazione che alla “naturalità” della distribuzione privilegiano la localizzazione puntuale della stessa, rivelandosi quindi poco adatte per irrigare in maniera adeguata le colture estensive. Proprio a queste ultime guardano invece le attrezzature emiliane giocando oltre che sull’ampiezza dell’offerta anche sul la loro efficienza e facilità di gestione.

Per perseguire tali obiettivi e a differenza di altri costruttori, Irriland ha concentrato tutte le sue energie su due soli campi di attività, la progettazione e l’assemblaggio, delegando la costruzione dei componenti a ditte esterne che, in quanto tali, possono reagire alle richieste che vengono loro avanzate in maniera tempestiva. Ciò ha permesso all’Azienda emiliana di abbracciare le soluzioni progettuali più innovative e avanzate, tant’è che fin dai suoi albori fu tra le prime aziende di settore a dotare le sue macchine di centraline elettroniche preposte alla gestione dell’irrigazione.

Tali dispositivi di controllo si sono poi perfezionati integrando controlli che permettono di far fronte in automatico alle problematiche indotte dalle derive ventose garantendo anche minimi consumi quando le macchine sono motorizzate. Irriland però tende a superare tale soluzione là dove possibile per abbattere al massimo i consumi energetici. Se risulta disponibile una presa d’acqua con le necessarie caratteristiche di portate e pressioni, le attrezzature Irriland sono in effetti in grado di sfruttare tale sorgente per il proprio funzionamento cosa che evita all’azienda agricola pesanti esborsi in termini di gasolio. Se invece la sorgente manca entrano in gioco i gruppi motopompa di costruzione specifica atte a spingere l’acqua, alimentando sia i tradizionali ugelli sia eventuali ali piovane la cui larghezza di irrigazione può arrivare al limite dei 70 metri.

CONTATTI

IRRILAND

VIA P. TOGLIATTI, 4

42016 GUASTALLA (RE) ITALY TEL. 0522/831544

INFO@IRRILAND.IT IRRILAND.IT

YOUTUBELINKEDININSTAGRAM